Centrifuga

Centrifuga Hettich EBA 270

100359
Hettich EBA 270 è una piccola centrifuga con rotore oscillante, particolarmente adatta agli studi medici. Centrifugare le provette da laboratorio convenzionali fino a 15 ml a una velocità massima di 4.000 giri al minuto. Questo corrisponde a un RCF di 2254. Grazie al suo rotore rotante a 90°, è particolarmente adatto per la centrifugazione di provette da...
sofort lieferbar
1.100,00 €

PRP Starter Set per un trattamento PRP

100409
Tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare il trattamento PRP.  PRP Starter Set composto da:   1x Hettich EBA 200 Centrifuga 2x VI - Density Life Platelets PRP provette PU 10pcs. 1x Mesoram 30G 0,30x4mm, PU 100pcs.  1x Vacutainer Butterfly G 21 Green con supporto - PU 24pcs.  1x Mediware siringhe monouso 2/3ml 3 pezzi Luer-Lock sterili (PU 100 pz.) 1x...
sofort lieferbar
1.182,35 €

Centrifuga Hettich EBA 200

100347
Grandi prestazioni per il piccolo laboratorio La piccola centrifuga Hettich EBA 200 è una pratica centrifuga da laboratorio per piccoli volumi di campioni.
sofort lieferbar
860,50 €

PRP Centrifuga MEDIFUGE CGF

100333
PRP Centrifuga Medifuge CGF di alta qualità - specialmente per la produzione di plasma ricco di piastrine (PRP) e PRF (fibrina ricca di piastrine) con tubi PRP - centrifugazione frazionata con programma preimpostato in 6 parti.   Per una resa efficiente di piastrine/fattori di crescita.
sofort lieferbar
2.621,01 €
Visualizzati 1-4 su 4 articoli

Quale centrifuga per il PRP?

Una "centrifuga pratica" è necessaria per l'uso del PRP in medicina. Per "centrifughe di pratica" si intendono generalmente le centrifughe utilizzate per trattamenti terapeutici, ad esempio per la produzione di preparati di sangue autologo. Pertanto, queste centrifughe sono classificate come dispositivi medici di classe 2a.

 

La produzione di plasma ricco di piastrine (PRP) dal sangue intero richiede la centrifugazione per isolare e concentrare le piastrine. La centrifugazione utilizza il principio della forza centrifuga per accelerare il processo naturale di sedimentazione. I medici che somministrano PRP con una concentrazione significativa di piastrine vitali nel tessuto danneggiato vedono una maggiore rigenerazione dei tessuti e risultati migliori.

 

Preparazione del PRP

Il sangue è composto da globuli rossi, globuli bianchi, plasma sanguigno e piastrine. Se una fiala di sangue fosse messa su un tavolo, il sangue alla fine si separerebbe in tre strati diversi, con le parti più pesanti che affondano sul fondo e quelle più leggere che salgono in cima. Alla fine, tre diversi strati diventerebbero visibili: globuli rossi (RBC) alla base, globuli bianchi e piastrine in uno strato molto sottile sopra i RBC (chiamato anche "buffy coat") e infine plasma povero di piastrine in cima.

 

La centrifugazione accelera questo processo di deposito innato e permette ai medici di isolare e reiniettare le piastrine molto rapidamente. Nella centrifugazione, le particelle in sospensione subiscono una forza radiale che le allontana dall'asse di rotazione. Le particelle con la densità successiva si muovono più velocemente e vengono separate da quelle meno dense e più piccole.

 

Le piastrine sono cellule del nostro corpo che contengono nutrienti e fattori di crescita che stimolano la normale guarigione delle ferite, proprio come la pelle guarisce dopo un graffio. Una piccola quantità di sangue viene prelevata dal paziente utilizzando tubi PRP per fare il PRP. Una volta prelevato il sangue, le provette vengono messe in una centrifuga PRP che fa girare il sangue ad alta velocità per separarlo in globuli rossi concentrati e piastrine; una volta che il sangue è separato, i globuli rossi vengono scartati e ci rimane il PRP (plasma ricco di piastrine) concentrato che viene utilizzato nel processo di trattamento.

 

 

 

Le migliori tariffe e protocolli della centrifuga PRP

 

 

Calcolare la velocità esatta, la forza e il tempo necessari per stratificare il sangue richiede una comprensione approfondita della fisica. Molti fattori influenzano il processo di centrifugazione, tra cui la larghezza, la lunghezza e il peso del kit PRP, così come la velocità e la forza esercitata dalla centrifuga. Inoltre, la forza centrifuga aumenta con la distanza dall'asse di rotazione. Pertanto, una centrifuga più grande esercita più forza di una centrifuga più piccola alla stessa velocità. 

 

 

 

La forza centrifuga relativa è un'espressione della forza g, l'attrazione gravitazionale della Terra. Quando si calcola la forza g, bisogna notare che la forza g che agisce sulle particelle è esponenziale alla velocità di rotazione. Questo valore esponenziale è espresso in giri al minuto (rpm). Il valore esponenziale è particolarmente importante quando si considera la velocità centrifuga; per esempio, raddoppiando la velocità si quadruplica la forza. 

 

 

 

Le centrifughe disponibili in commercio sono progettate per massimizzare la sedimentazione e isolare le piastrine quando vengono utilizzate con le rispettive provette PRP. A causa del peso e delle dimensioni variabili dei tubi PRP, alcuni kit richiedono una centrifuga separata e il produttore stabilirà dei protocolli per ottimizzare il processo di sedimentazione in base alle dimensioni esatte del tubo PRP.

 

 

 

Centrifugazione e temperatura

I fattori più importanti da considerare nella centrifugazione sono il tempo, la velocità e la temperatura, ma poche centrifughe PRP commerciali hanno il controllo della temperatura. 

 

 

 

Questo monitoraggio del settore porta a risultati diversi in ortobiologia? La temperatura è una variabile essenziale da considerare quando si lavora con materiale biologico. Le alte velocità creano attrito e possono riscaldare il campione durante la centrifugazione. 

 

 

 

Il controllo della temperatura diventa ancora più importante quando la centrifugazione avviene fuori dal vuoto. La centrifugazione fuori dal vuoto causa una resistenza supplementare e un aumento della temperatura. I biologi ricercatori raffreddano tradizionalmente le loro centrifughe per compensare l'aumento di temperatura causato dall'attrito.

Se il campione viene riscaldato durante la centrifugazione, le piastrine possono essere attivate prematuramente. Inoltre, il calore potrebbe danneggiare le piastrine e ridurre la loro vitalità. 

 

 

 

Il raffreddamento della centrifuga rallenta i processi biologici e può aiutare a mantenere la vitalità delle piastrine. Questo fenomeno biologico conosciuto è stato riconosciuto dai ricercatori come una maggiore attivazione delle piastrine e il rilascio di alfa¹-granuli, ma raramente come un danno alla vitalità delle piastrine durante la centrifugazione. 

 

 

 

La riproducibilità dei risultati quando si lavora con materiale biologico dipende dal controllo preciso delle variabili, e i risultati incoerenti in ortobiologia potrebbero essere legati alle diverse temperature del campione. I migliori protocolli PRP dipendono dalle specifiche esatte del kit PRP. La velocità e il tempo di centrifugazione ideali sono calcolati in base alla massa e alle dimensioni della provetta di PRP.

Product added to wishlist
Product added to compare.