Plasma ricco di piastrine: la chiave della terapia PRP

Cos'è esattamente il plasma ricco di piastrine?

Le iniezioni di PRP offrono modi per guarire il corpo in modo naturale - un'impresa resa possibile dal plasma ricco di piastrine

Il PRP è diventato molto popolare nell'ultimo decennio.

Ma cos'è esattamente il plasma ricco di piastrine?

Il plasma ricco di piastrine è un prodotto ottenuto dal sangue di una persona. Un campione di sangue contenente tubi PRP viene centrifugato in una centrifuga PRP per aumentare la concentrazione di piastrine nel plasma. Il risultato è un plasma super-ricco con una concentrazione di piastrine del 94% rispetto al 6% normalmente presente nel sangue umano.

Come le piastrine guariscono il corpo

Tra le altre cose, il plasma contiene alcune sostanze che sono responsabili della guarigione delle ferite, i cosiddetti fattori di crescita. Insieme formano un sistema complesso che si attiva immediatamente in caso di lesione e assicura la rigenerazione più veloce possibile. Con questo potere di guarigione, il corpo si protegge molto efficacemente.

Un tipico campione di sangue consiste nel 93% di globuli rossi, 6% di piastrine e 1% di globuli bianchi.

Le piastrine sono state viste per la prima volta nel sangue nel 1842 dal medico francese Alfred Donné. Si tratta di piccole cellule a forma di disco con una durata di vita di circa 7-10 giorni.

Dopo una ferita che causa un'emorragia, le piastrine si attivano e si aggregano per rilasciare i loro granuli, che contengono fattori di crescita che stimolano la cascata infiammatoria e il processo di guarigione. Le piastrine sono responsabili dell'emostasi, della costruzione di nuovo tessuto connettivo e della rivascolarizzazione, e la maggior parte della ricerca nell'ultimo secolo si è concentrata su questa funzione principale.

Solo negli ultimi due decenni abbiamo imparato che l'attivazione delle piastrine rilascia proteine curative nel corpo chiamate fattori di crescita.

Ci sono numerosi fattori di crescita con funzioni diverse, ma cumulativamente possono accelerare la guarigione dei tessuti e delle ferite.

L'ideologia dietro il trattamento PRP è di invertire il rapporto tra globuli rossi e piastrine, riducendo i globuli rossi al 5% (che sono meno utili nel processo di guarigione) e, cosa più importante, concentrando le piastrine, che contengono una potente miscela di fattori di crescita, al 94%.

Un numero normale di piastrine in una persona sana è compreso tra 150.000 e 450.000 cellule per microlitro di sangue. Concentrazioni di piastrine inferiori a 1.000 × 10 6 / ml non sono state affidabili per migliorare la guarigione delle ferite, e la maggior parte degli studi ha dimostrato che l'efficacia riparativa dei tessuti con il PRP può essere prevista con un aumento minimo di cinque volte la normale concentrazione di piastrine (circa) 1 milione di piastrine / μl) [ 13], mentre concentrazioni molto più elevate non hanno mostrato alcun ulteriore miglioramento nella guarigione delle ferite.

La concentrazione ideale deve ancora essere definita. L'ampia variabilità nei dispositivi di concentrazione delle piastrine e nelle tecniche utilizzate nei diversi studi può alterare le proprietà di degranulazione delle piastrine, che possono influenzare gli esiti clinici, rendendo difficile l'interpretazione dei risultati.

Componenti del plasma ricco di piastrine

plasma ricco di piastrine

Il plasma ricco di piastrine non solo contiene piastrine, ma è anche ricco di fattori di crescita che sono cruciali per la guarigione delle ferite

  • Fattore di crescita derivato dalle piastrine
  • Fattore di crescita dei cheratinociti
  • Interleuchina 8
  • Fattore di crescita endoteliale vascolare
  • Fattore di crescita insulino-simile 1
  • Fattore di crescita insulino-simile 2
  • Fattore di crescita del tessuto connettivo
  • Fattore di crescita dei fibroblasti
  • Fattore di crescita beta trasformante
  • Fattore di crescita epidermico.

Il PRP contiene anche proteine del sangue come la vitronectina, la fibronectina e la fibrina.

Aree di applicazione del plasma ricco di piastrine / PRP

Ci sono numerose e sempre crescenti aree in cui il PRP viene implementato, e le sue varie fazioni

  • Reumatologia, traumatologia o medicina dello sport

Questa è certamente l'area di maggiore proiezione nell'uso del PRP, superando di gran lunga anche le prove cliniche esistenti. In vitro il PRP ha dimostrato di regolare i processi citochinici coinvolti nella neovascolarizzazione, la proliferazione di tenociti, fibroblasti, miociti e condrociti, e il reclutamento di cellule infiammatorie con effetti inibitori delle citochine proinfiammatorie (IL-1) con attività antinfiammatoria e rigenerativa.

  • Epicondilite

L'epicondilite è una condizione di limitazione della tendinopatia con una tendenza marcata a una risposta cronica e parziale incidentale alla terapia convenzionale con iniezioni di steroidi e riabilitazione. Gli studi con il PRP in questi pazienti come una singola infiltrazione hanno portato a un significativo miglioramento analgesico funzionale e l'85% di essi non ha avuto effetti avversi.

  • Fascite plantare

Come per il resto della tendinopatia con tendenza a diventare cronica, uno studio su una serie di casi di pazienti con fascite plantare che non rispondevano al trattamento con FANS, immobilizzazione, terapia fisica e infiltrazione di corticosteroidi è stato rivisto con un significativo miglioramento funzionale del dolore infiltrato con PRP nel 90% di loro.

  • Osteoartrite del ginocchio

Studi di casi di pazienti confrontati con infiltrazioni singole di acido ialuronico documentano fino al 35% di risposte all'infiltrato di PRP rispetto all'acido ialuronico al 10%. Mentre questi studi coprono solo un piccolo numero di pazienti, è importante notare che per la prima volta vengono specificate le concentrazioni dei fattori di crescita infiltrati nel PRP, sottolineando l'importanza che la frazione leucocitaria non potenzi l'effetto proinfiammatorio del prodotto finale ottenuto.

Negli ultimi anni, i casi clinici più estesi hanno riportato il loro successo nell'implementazione di iniezioni PRP. forse la più grande serie degli spagnoli, che facevano parte di un gruppo che comprendeva il trattamento di 261 pazienti con 3 iniezioni PRP separati di 15 giorni.

PRP è stato anche trovato per essere utile nella tendinite cronica di Achille, in particolare nelle infiltrazioni di ozono, tendinopatia rotulea precedentemente utilizzato nella riparazione dei rotatori della cuffia il legamento crociato anteriore o con plastica erettore o tendine tibiale innesto osseo, riparazione del menisco dell'articolazione del ginocchio, nella ricostruzione del labbro glenoideo o anca e infine parziale e completa lesione muscolare qui aperto fatto successivamente PRP riparazione e rinforzare.

  • Cura del piede

Nella maggior parte dei casi, l'obiettivo della ricerca medica non è solo quello di prolungare la vita del paziente, ma anche di migliorarne la qualità. Il plasma ricco di fattori di crescita è una tecnica nuova e relativamente nuova per la riparazione dei tessuti. Consiste in un semplice sistema per ottenere piastrine e proteine di plasma autologo dal campione di sangue di un paziente. Nel campo della podologia, l'uso del PRGF permette di migliorare l'evoluzione dei pazienti con esigenze rigenerative nelle estremità inferiori come: Accelerazione dell'ossificazione post-operatoria, riduzione del tempo di risoluzione nelle ulcere diabetiche o miglioramento della formazione delle cicatrici tra molti altri. Diversi studi sull'uso dei fattori di crescita hanno mostrato ottimi risultati in varie specialità mediche, tra cui la podologia.

  • Odontoiatria e chirurgia maxillo-facciale

Il plasma ricco di piastrine (PRP) è un nuovo approccio alla rigenerazione dei tessuti e sta diventando uno strumento prezioso per promuovere la guarigione in molte procedure di chirurgia dentale e orale, soprattutto nei pazienti anziani.

  • Parodontite aggressiva

La parodontite aggressiva è caratterizzata da una rapida perdita di attaccamento, distruzione ossea e aggregazione familiare. Il plasma ricco di piastrine (PRP) può aiutare a promuovere la rigenerazione del tessuto parodontale perso.

Il plasma ricco di piastrine è emerso come un'alternativa nella terapia parodontale. Il PRP sembra aumentare la velocità del processo di guarigione perché è biologicamente possibile che, a causa di una maggiore concentrazione di piastrine, possa aiutare la guarigione della ferita e innescare una risposta cellulare più veloce del normale coagulo di sangue.

  • Impianti dentali

Il PRP può essere molto utile per gli impianti dentali. Questo include l'innesto osseo per ripristinare la massa ossea mancante, l'aumento della cresta e l'innesto del seno, così come l'effettivo posizionamento dei vostri impianti dentali.

Dopo l'innesto osseo, il PRP può aiutare a rigenerare nuovo osso mentre le incisioni chirurgiche guariscono. Dopo l'inserimento dell'impianto, il PRP aiuta i tessuti molli a guarire intorno agli impianti, sostenendo il processo di osteointegrazione.

  • Parodontologia

La parodontite è definita come una malattia complessa e multifattoriale caratterizzata dalla perdita di attaccamento del tessuto connettivo con distruzione del tessuto parodontale. Lo scopo della terapia parodontale è di eliminare i processi infiammatori, prevenire la progressione della parodontite e anche rigenerare il tessuto parodontale perso.

Le piastrine giocano un ruolo chiave nella guarigione delle ferite e quindi la guarigione delle ferite dopo il trattamento parodontale può essere accelerata dall'uso di concentrati di piastrine. Il processo di guarigione delle ferite innescato dalla formazione di coaguli di sangue e dopo la lesione dei tessuti nella chirurgia parodontale provoca l'adesione e l'aggregazione delle piastrine, che promuove la formazione di trombina e fibrina. Inoltre, alcune sostanze sono rilasciate dalle piastrine che promuovono la riparazione dei tessuti, l'angiogenesi, l'infiammazione e la risposta immunitaria

Le piastrine contengono anche proteine biologicamente attive e il legame di queste proteine secrete all'interno di una rete di fibrina in via di sviluppo o alla matrice extracellulare può creare gradienti chemiotattici che favoriscono il reclutamento delle cellule staminali, stimolano la migrazione cellulare, si differenziano e promuovono la riparazione. Pertanto, l'uso di concentrati piastrinici autologhi è un'applicazione promettente nel campo della rigenerazione parodontale e può essere utilizzato in situazioni cliniche che richiedono una guarigione rapida.

  • Ginecologia

Il PRP è usato in ginecologia nelle seguenti condizioni

Guarigione delle ferite

L'uso del PRP ha dimostrato di accelerare la guarigione delle ferite chirurgiche e di ridurre la durata della degenza, anche in pazienti ad alto rischio come quelli con diabete mellito. Anche il bisogno di antidolorifici è ridotto.

Lesioni vulvali / ectopia cervicale

Il PRP è stato provato per molte malattie dermatologiche e autoimmuni della vulva come il lichen sclerosi, che causano un forte prurito, dispareunia e problemi di sanguinamento. Quasi tutti i pazienti trattati con PRP mostrano un miglioramento. Il PRP ha anche dimostrato di essere efficace quanto il laser nel trattamento di pazienti con ectopia cervicale con meno complicazioni come infezioni o emorragie.

PRP per prolasso genitale e fistola genitale

Uno studio ha dimostrato che in pazienti con piccole fistole genitali, la terapia conservativa con iniezione di PRP ha avuto molto successo. La capacità del PRP di ripristinare l'anatomia e la funzione dei legamenti pelvici è anche utile nelle donne con prolasso genitale, soprattutto nelle fasi iniziali.

PRP nella medicina riproduttiva

Ci sono risultati promettenti in donne con insufficienza ovarica prematura trattate con iniezione di PRP nelle ovaie sotto guida ecografica. Tuttavia, questa modalità è quando il trattamento è ancora in fase di sperimentazione clinica e non è un trattamento di routine. Lo studio è stato anche molto promettente sul fatto che l'iniezione di PRP nell'endometrio può aiutare a migliorare i tassi di impianto degli embrioni nei casi di FIVET.

PRP nel trattamento della ginecologia

L'iniezione di PRP nella vagina ringiovanisce e rigenera la mucosa, i muscoli e la pelle, nonché la vascolarizzazione vaginale. Questo si tradurrà in un maggiore aumento della sensibilità e migliorerà drasticamente la vita sessuale. Anche la pelle circostante diventa più spessa e prima, rendendo la vagina e la vulva più rosa e più giovane. I legamenti e i muscoli diventano più forti, alleviando il problema dell'incontinenza urinaria.

  • Chirurgia cardiovascolare

Il PRP è stato utilizzato in un certo numero di applicazioni chirurgiche (chirurgia plastica, maxillofacciale e ortopedica) per promuovere la guarigione delle ferite e dei tessuti. Inoltre, lo Staphylococcus aureus, il batterio più comune responsabile della DSWI, può essere inibito dall'uso del PRP.

L'uso del PRP potrebbe anche prevenire il rischio che il corpo del paziente rigetti la trasfusione estranea. Inoltre, i chirurghi potrebbero usare il PRP nel sito dove hanno preso la vena per la procedura di bypass.

  • Chirurgia plastica

L'uso del plasma ricco di piastrine è emerso come uno dei trattamenti non chirurgici più desiderati per il ringiovanimento del viso e il ripristino dei capelli. Si è evoluto in una varietà di applicazioni nel campo della chirurgia plastica, compreso il suo uso in combinazione con procedure di microneedling, laser e innesto di grasso.

Il plasma ricco di piastrine ha molte proprietà che lo rendono molto attraente per l'uso in chirurgia plastica: È prodotto facilmente ed economicamente usando le cellule del paziente stesso, con poco o nessun rischio di effetti collaterali. Tuttavia, soprattutto per le procedure cosmetiche, i trattamenti possono richiedere molto tempo e diverse sedute.

Il PRP è stato originariamente utilizzato per trattare le condizioni della pelle e promuovere l'innesto osseo, e ha trovato un numero crescente di applicazioni in varie specialità chirurgiche - compresa la chirurgia plastica. Solo negli Stati Uniti, i chirurghi plastici hanno eseguito più di 130.000 procedure cosmetiche minimamente invasive nel 2019.

Il PRP è emerso come uno dei trattamenti non chirurgici più desiderati per una serie di diverse procedure cosmetiche - anche se in alcuni casi le affermazioni possono superare le prove disponibili. I chirurghi plastici sono all'avanguardia nell'identificazione di applicazioni promettenti per il PRP - compreso lo sviluppo di procedure standardizzate e la costruzione di un corpo di prove per i buoni risultati dei pazienti.

  • Oftalmologia

Il siero autologo mostra proprietà molto simili alle lacrime, come pH, osmolarità, vitamina A e immunoglobulina A. Mostra anche che la lacrima ha diversi componenti individualmente distinti, come albumina, lattoferrina, lisozimi, aldolasi, amilasi, fibronectina e sostanza.

Le lacrime e il siero contengono abbondanti fattori di crescita comuni e componenti antibatterici che permettono i fattori nutrizionali necessari per mantenere la vitalità delle cellule nel processo di riparazione epiteliale.

L'uso del siero autologo è stato descritto per la prima volta nella ricerca di un collirio lubrificante senza conservanti nocivi. Più tardi, è stato dimostrato che potrebbe anche avere un vero potenziale epiteliotrofico grazie alla presenza di fattori di crescita e vitamine. Così, il siero è stato utilizzato come un nuovo approccio terapeutico per i disturbi della superficie oculare come i difetti epiteliali persistenti o l'occhio secco grave che non è trattabile con la terapia convenzionale.

Il siero autologo è stato descritto non solo come un lubrificante della superficie oculare, ma anche come un fornitore di varie sostanze essenziali per la ricostruzione del danno epiteliale, tra cui la vitamina A, il fattore di crescita epiteliale, la fibronectina e varie citochine. Con questi fattori epiteliotrofici, il siero promuove la proliferazione, la migrazione e la differenziazione dell'epitelio di superficie oculare. Inoltre, è noto per le sue proprietà anti-cataboliche inibendo la cascata infiammatoria innescata dall'interleuchina-1 (IL-1) quando si lega ai suoi recettori, impedendo la distruzione dei tessuti.

Pertanto, questo prodotto ha dimostrato di essere efficace nel trattamento di difetti epiteliali persistenti, ulcere neurotrofiche, cheratocongiuntivite limbare superiore e malattie dell'occhio secco come la graft-versus-host disease o dopo la chirurgia refrattiva come la LASIK (Laser Assisted in situ Keratomilesius).

Il siero autologo e il concentrato di piastrine hanno una composizione simile in quanto contengono vari fattori di crescita e di guarigione presenti nel sangue. Tuttavia, il siero autologo contiene citochine proinfiammatorie derivate da leucociti e monociti, che possono essere dannose per i pazienti con disturbi o malattie immunologiche.

Il concentrato di piastrine ha quindi il vantaggio di non contenere queste immunoglobuline di infiammazione e regola anche l'espressione di vari geni nella comunicazione e differenziazione cellulare, il che migliora l'attività biologica delle cellule epiteliali corneali rispetto al siero autologo.

Inoltre, il PC diventa più efficace quando presenta indici più alti di fattori di crescita, come: EGF (fattore di crescita epiteliale), vitamina A, fattore di crescita neuronale (NGF), fattore di crescita di tipo I dell'insulina e fattore IV delle piastrine.

Nel 2016, Ribeiro et al. hanno anche dimostrato come i fattori imitino le proprietà fisico-chimiche delle lacrime naturali,(31) cosa che è stata dimostrata anche da Quinto et al. in termini di importanza per la stabilità epiteliale corneale e congiuntivale e le loro proprietà meccaniche e lubrificanti, così come gli effetti epiteliotropi e antimicrobici.

I fattori di crescita sono presenti in alte concentrazioni nel PRP come agenti anabolici per sostenere o migliorare la guarigione dei tessuti danneggiati, in quanto sono proteine che svolgono un ruolo essenziale nei processi di riparazione e rigenerazione dei tessuti.

  • Dermatologia

Il plasma ricco di piastrine (PRP) è un siero autologo contenente alte concentrazioni di piastrine e fattori di crescita. Il PRP continua a svilupparsi come un'importante modalità di trattamento con molte applicazioni in dermatologia, in particolare nelle aree di ripristino dei capelli, ringiovanimento della pelle, cicatrici da acne, aumento della pelle e striae distensae. Inoltre, la combinazione del PRP con le terapie laser, il microneedling, i filler dermici e l'innesto di grasso autologo produce effetti sinergici che portano a risultati estetici migliori. Gli studi futuri dovrebbero standardizzare i protocolli di trattamento PRP per indicazioni specifiche. Il PRP è promettente in dermatologia e le applicazioni terapeutiche continuano ad aumentare.

  • Neurologia e neurochirurgia

La terapia PRP per i problemi neurologici può non essere una delle opzioni di trattamento tradizionali e conosciute, ma può essere utilizzata in pazienti che soffrono di alcuni disturbi neurologici cronici tipicamente difficili da trattare, disturbi del sistema nervoso periferico e centrale, disturbi spinali, ecc. Le procedure PRP hanno dimostrato di essere particolarmente efficaci nel trattamento dei seguenti sintomi e disturbi:

  • Nevralgia intercostale, lombalgia e osteocondrosi
  • Spondilite anchilosante (malattia di Bekhetever)
  • Sindrome dell'arteria spinale e cefalea cervicogenica
  • Fratture da compressione spinale
  • Lesioni dell'acido spinale
  • Mal di testa e dolore al collo
  • Spondiloartrosi e spondilosi della colonna vertebrale
  • Ernia e prolasso dei dischi intervertebrali
  • Cifoscoliosi e scoliosi

La causa di molte malattie neurologiche è spesso scatenata da un'infiammazione della colonna vertebrale. A differenza della maggior parte delle altre parti del corpo, l'apporto di sangue alla spina dorsale è piuttosto scarso. Di conseguenza, anche i problemi neurologici minori e apparentemente trattabili non possono realmente beneficiare delle proprietà curative del plasma ricco di piastrine (PRP) - un prezioso frammento del nostro sangue può aiutare il corpo a guarire se stesso.

La terapia PRP è sicura?

Terapia PRP

Poiché il PRP viene prelevato solo dal sangue del paziente, le complicazioni dopo la procedura sono raramente riportate, rendendo questo trattamento di nuova generazione incredibilmente privo di rischi. La soluzione iniettata nel paziente di solito contiene solo plasma ricco di piastrine. A volte i medici esperti usano gel tixotropico e anticoagulanti, come quelli contenuti nel tubo PRP, per dare ai loro pazienti un trattamento PRP di maggior successo.

La terapia PRP è una soluzione ideale per i pazienti che hanno una bassa tolleranza a certi farmaci o sono inclini a reazioni allergiche.

I risultati dopo una sessione di terapia PRP sono permanenti e di solito possono durare fino a 6 mesi dopo il trattamento. Questo è particolarmente vero per i trattamenti con Plasma Fresh, dato che questo prodotto si è affermato come leader di mercato in questa nicchia. I medici neurologici possono decidere di programmare ulteriori trattamenti a seconda della condizione che stanno trattando e della sua gravità.

Altri link

I fattori di crescita derivati dal plasma ricco di piastrine contribuiscono alla differenziazione delle cellule staminali nella rigenerazione muscoloscheletrica

Applicazioni cliniche attuali del plasma ricco di piastrine in vari disturbi ginecologici: una valutazione della teoria e della pratica

Argomenti correlati

Related products

Provette di PRF / PRP - PU... Provette di PRF / PRP - PU... 2
sofort lieferbar
Le ultime provette di reagente PRP / tubi PRF in vetro cristallo! Fino ad ora, avevamo il vetro borosilicato di alta qualità e a pareti spesse. Le proprietà del vetro cristallino sono molto più favorevoli per quanto riguarda la produzione di PRP. Inoltre, i tubi vengono sterilizzati con l'autoclave. I tubi sono ora non pirogeni. I tubi PRP non contengono...
Product added to wishlist
Product added to compare.